Il Crocifisso di Francesco da Sangallo torna all’Ospedale

Il percorso museale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, nel mese di marzo, si è arricchito di un’altra importante opera restaurata. Uno splendido Crocifisso ligneo, opera di Francesco da Sangallo risalente al 1520 e conservato nei depositi dell’Ospedale da oltre 10 anni.

La scultura è stata collocata sulla parete di sinistra del “Salone Martino V”, ambiente di rappresentanza, creato nel 1720 per volere dello Spedalingo Giuseppe Maria Martellini. Al suo fianco,  un altro Cristo, dipinto su tavola sagomata da un ignoto pittore toscano nel XIV secolo, e davanti, La Resurrezione, affresco di Niccolò di Pietro Gerini (1385), staccato dalla parete della corsia degli uomini dell’antico Ospedale.

L’opera, alta  184 centimetri e larga 178, dopo un primo importante restauro avvenuto nel 2009, giaceva dei depositi dell’Ospedale in attesa di essere ricollocata in un ambiente idoneo. Con la creazione del “percorso museale” nel 2016 e il progressivo riallestimento del “Salone Martino V” dell’Ospedale,  l’occasione si è creata quest’anno. Prima di essere affisso alla parete, il prezioso Crocifisso è stato sottoposto a un accurato controllo e a una revisione del restauro, ad opera della restauratrice, Anna Fulimeni, sotto la direzione della Soprintendenza.
L’opera è rimasta sotto osservazione per tre settimane, il tempo necessario per consentirle  di stabilizzarsi e adattarsi alle nuove temperature.

Anche questo Crocifisso è stato un “paziente” di Santa Maria Nuova. All’inizio del restauro, la scultura lignea venne sottoposta a una diagnosi per immagini inaugurando la nuova Tac dell’ospedale. Oggi il paziente è guarito e rende ancora più bello il nostro antichissimo Ospedale.

Il Cuore di Firenze non si ferma

"Il Cuore di Firenze" ha deciso di sostenere lo sforzo che l'Azienda Sanitaria USL Toscana Centro  sta affrontando in questi giorni  attraverso l'acquisto di ventilatori per aiutare la respirazione di coloro che sono in terapia intensiva e l'acquisto ecografi portatili  per la diagnosi in condizioni di emergenza.

DONA ORA SULLA PIATTAFORMA GOFUNDME

La rete istituzionale ideatrice del progetto è costituita dagli antichi enti caritatevoli di Firenze. L’Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Montedomini, La Compagnia del Bigallo, la Fondazione Santa Maria Nuova ONLUS e l’Istituto degli Innocenti, sono istituzioni che da secoli testimoniano l’innato valore della solidarietà del popolo fiorentino. L'evento è organizzato grazie alla collaborazione tra l’Arciconfraternita della Misericordia di Firenze e la Fondazione Montedomini.
“Il Cuore di Firenze” rappresenta dunque un’occasione di cooperazione tra le Confraternite che speriamo possa condurre ad avvicinare il più autentico spirito di solidarietà che esse promuovono. 

Leonardo a Santa Maria Nuova

In occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, la Fondazione Santa Maria Nuova propone 4 conferenze dedicate al genio italiano.

Ospedale di Santa Maria Nuova – Sala conferenze

Venerdì 8 novembre – Ore 17.00
"Leonardo: biografia di un genio"
Relatrice: Roberta Barsanti

Giovedì 14 novembre – Ore 17.00
"Leonardo e l'anatomia"
Relatore: Francis Wells
"Leonardo: la scienza affiancata dall'arte diventa sublime"
Relatore: Francesco Tonelli

Giovedì 21 novembre – Ore 17.00
"Firenze al tempo di Leonardo"
Relatore: Giovanni Cipriani

Giovedì 28 novembre – Ore 17.00
"Arte e genio: la realtà secondo Leonardo"
Relatrice: Cristina Acidini

Moderatore degli incontri:
Giancarlo Landini (Presidente Fondazione Santa Maria Nuova Onlus)

Scarica il programma

Ingresso gratuito e libero fino ad esaurimento dei posti.

Gli incontri sono inseriti nel ciclo di eventi culturali "Leonardo in Toscana" e delle passeggiate leonardiane a cura di MUS.E, Aboca e la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus.

Passeggiate leonardiane

La Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, in occasione della mostra "La Botanica di Leonardo. Per una nuova scienza fra arte e natura", organizza una serie di passeggiate speciali fra i poliedri leonardiani, apparsi da qualche mese nelle piazze del centro storico, e le piante che vivono nel cuore della città in cui Leonardo ha vissuto per tanti anni della sua vita. La passeggiata si concluderà con la visita al Percorso Botanico Medicinale, curato da Aboca, all’interno del chiostro di Santa Maria Nuova con una sorpresa finale: l’incontro con Leonardo da Vinci.

Programma:
Sabato 9, 16, 23 e 30 novembre (ore 10.30)
Partenza dall'Icosaedro in piazza Santa Maria Novella.
Arrivo nel Chiostro delle Medicherie nell'Ospedale di Santa Maria Nuova.
La durata dell'itinerario è di circa un'ora e mezza.

Scarica il programma

L'evento è gratuito fino a esaurimento posti. Per partecipare è obbligatoria l'iscrizione.
INFO E PRENOTAZIONI
Associazione MUS.E
Tel. +39 055 2768224 – +39 055 2768558
Da lunedì a sabato 9.30-13.00 e 14.00-17.00
Domenica e festivi 9.30-12.30
info@muse.comune.fi.it

Le passeggiate leonardiane sono inserite nel ciclo di eventi culturali "Leonardo in Toscana" e delle conferenze su Leonardo da Vinci organizzate dalla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus.
 

Santa Maria Nuova through the centuries

Lunedì 16 dicembre (ore 17.00) presso la sala conferenze dell'Ospedale di Santa Maria Nuova si svolgerà la presentazione in anteprima del volume “Santa Maria Nuova through the centuries”, il libro sulla storia dell’ospedale in versione inglese.

Saranno presenti all'incontro: Giancarlo Landini (Presidente “Fondazione Santa Maria Nuova Onlus”), Maurizio Mancianti e Andrea L. Davis (Presidenti Associazione Toscana USA), Simon Gammel (Direttore The British Institute of Florence) e Benjamin V. Wohlauer  (Console Generale USA).

Presenteranno il volume la Prof.ssa Donatella Lippi e Dott.ssa Grazia Monti, entrambe autrici di due dei capitoli di cui è composto il libro. Sarà possibile ricevere il volume e farselo autografare. Il volume (prezzo 18 Euro) verrà offerto dietro donazione (a partire da 15 Euro). Il ricavato contribuirà a sostenere i progetti di recupero e valorizzazione del patrimonio storico artistico dell’Ospedale di Santa Maria Nuova. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Al termine dell'incontro, alle ore 18.15, si svolgerà una visita speciale al percorso museale dell'Ospedale di Santa Maria Nuova.
 

Natale al museo 2019

Sabato 21 dicembre torna l’appuntamento di Natale della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus con un’apertura straordinaria delle “sale private” dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, ubicate presso la Direzione Generale dell’Ospedale.
 
Un’occasione unica per ammirare alcuni dei capolavori del patrimonio museale dell’Ospedale, abitualmente preclusi ai visitatori, tra cui la celebre Crocifissione di Andrea del Castagno, il grande affresco  con la “Consacrazione della Chiesa di Sant’Egidio" di Bicci di Lorenzo, una splendida Madonna “fondo oro” di Niccolò di Tommaso e la bellissima Madonna in terracotta invetriata, opera di Andrea della Robbia, opera “simbolo” dell’Ospedale. Oltre alle Sale private sarà possibile visitare il “Salone Martino“ e il Matroneo della Chiesa di S. Egidio, suggestivo affaccio dall’alto,  utilizzato dalle Oblate per assistere alle funzioni religiose in Chiesa, senza essere viste.

La giornata di “porte aperte” si svolgerà con turni di visita organizzati da guide, gentilmente messe a disposizione da Exclusive Connection, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.
L'Ospedale, presso il Salone Martino V, ospiterà alle ore 17.00 l'ensemble vocale della Musica Ricercata sotto dal direzione di Michael Stüve. Il programma sarà una lettura-concerto con la Novella quinta dalla settima giornata del Decameron, musiche dal tempo del Boccaccio e madrigali del Cinquecento sulle ballate in conclusione delle varie giornate del Decameron, composti da Francesco Layolle, Henri Schaffen, Domenico Ferrabosco, Francesco Manara, Giovanni Pierluigi Palestrina ed altri.

Scarica la locandina

L’iniziativa sostiene la Fondazione nella sua attività di promozione, tutela e valorizzazione del patrimonio storico artistico dell’azienda sanitaria. La Fondazione è impegnata a raccogliere fondi per valorizzare, tutelare e promuovere il patrimonio storico artistico dell’Ospedale e questo appuntamento aiuta a sostenere il difficile lavoro di restauro e ripristino di opere e ambienti di valore di questo ospedale davvero speciale. L’esistenza di un percorso museale visitabile all’interno di un ospedale ancora in funzione rendono Santa Maria Nuova un esempio unico al mondo.
 
Per partecipare non è necessaria la prenotazione ed è richiesta una donazione libera.
Per informazioni: 055 6938374 / 055 6938688 – info@fondazionesantamarianuova.it
 

Progetto educativo “Chiavi delle città” 2019/2020

Ripartono "Le Chiavi della Città" con ben oltre 450 progetti diversi divisi fra percorsi educativi e formativi, attività laboratoriali, visite e spettacoli.

La Fondazione Santa Maria Nuova Onlus propone per la scuola primaria e secondaria un nuovo progetto per scoprire l'antico Ospedale di Santa Maria Nuova e le piante medicinali presenti all’interno dell’Orto medico. L’attività è pensata come un’unica visita-laboratorio che si svolge in tre momenti successivi per la durata di 1 ora e 15 minuti.

Prima parte: La visita inizia con la scoperta dell’antico Ospedale di Santa Maria Nuova, il più antico al mondo ancora oggi in funzione, ricco di storia e di un notevole patrimonio artistico.
La visita, come una macchina del tempo, farà scoprire i personaggi che lo hanno realizzato come Monna Tessa e Folco Portinari, oltre a ritrovare le antiche stanze della Spezieria. Negli affreschi i ragazzi cercheranno i simboli che sono legati all’arte alchemica e fitoterapica, impareranno cosa era un alambicco e come si usava e conosceranno gli ingredienti più strani ma molto usati per le antiche ricette mediche.
Seconda parte: Con un gioco di scatole e di immagini proiettate, i ragazzi conosceranno l’importanza degli antichi libri chiamati Erbari e di come poterne realizzare uno. I ragazzi inizieranno la costruzione di un erbario riproducendo attraverso il “disegno dal vivo” alcune delle piante presenti all’interno dell’Orto medico dell’Ospedale. Il lavoro così impostato potrà essere completato dai ragazzi in classe.
Terza e ultima parte: Sarà svelato il rinnovato Orto dei Semplici nell’antico Chiostro delle Medicherie dove i ragazzi potranno riconoscere ad esempio la Lavanda, la Melissa, la famigerata Mandragora, la Belladonna e molte altre erbe. I ragazzi scopriranno la ragione di tanti nomi fantasiosi e le virtù mediche di ognuna di loro. Alla fine del percorso verrà distribuito del materiale di approfondimento.

Obiettivi:

  • scoprire l’antico Ospedale di Santa Maria Nuova e scoprire i personaggi che lo hanno realizzato
  • conoscere i simboli che sono legati all’arte alchemica e fitoterapica
  • imparare a conoscere gli ingredienti più strani ma molto usati per le antiche ricette mediche
  • far conoscere ai ragazzi l’importanza degli antichi libri chiamati Erbari e di come poterne realizzare uno

Sede: Ospedale di Santa Maria Nuova
Periodo: da novembre 2019 a maggio 2020
Orario: scolastico
Costo: 4 euro a bambino
Per informazioni e prenotazioni: 055 6938374 / info@fondazionesantamarianuova.it

Mi sono innamorato/a di una statua

Iniziativa de L’Eredità delle Donne.

Lo scrittore francese Stendhal descrisse, nel 1817, uno strano malessere di cui era stato vittima durante una visita alla Basilica fiorentina di Santa Croce. Come lui, tanti turisti, ogni anno, vengono colpiti da quella che oggi si chiama Sindrome di Stendahl o Sindrome di Firenze, descritta, negli anni Ottanta, da una Donna, la psichiatra fiorentina Graziella Magherini, che era, allora, responsabile del servizio per la salute mentale dell’Arcispedale Santa Maria Nuova: qui si rivolgevano i turisti che lamentavano singolari malori mentre visitavano i musei della città e che, come Stendahl, avevano tachicardia, senso di svenimento, vertigini, confusione mentale, difficoltà respiratorie e persino allucinazioni… Il maggior responsabile di questa reazione era ed è il David di Michelangelo: la sua perfezione anatomica e il suo ruolo di eroe biblico/civico sono in grado di scatenare nell’osservatore sintomi psicofisici importanti, provocando un profondo turbamento, soprattutto negli Stranieri. È come se i Fiorentini, abituati a tanto splendore, avessero sviluppato una specie di “immunità”. Il reading, con un dialogo impossibile tra questi tre personaggi di epoche diverse (Graziella Magherini, Stendhal e il David di Michelangelo) ha luogo nel più antico ospedale fiorentino, là dove la sindrome è stata descritta, nel cuore di una Città, bella di una bellezza quasi insostenibile.

Domenica 6 ottobre 2019 – ore 16.00
Salone Martino V, Ospedale di Santa Maria Nuova – Piazza di Santa Maria Nuova, 1 Firenze

Per partecipare all'evento la prenotazione obbligatoria. Prenotati qui
Gli spettatori con disabilità (deambulanti o non deambulanti) che volessero partecipare alle visite guidate in programma dovranno comunque prenotarsi gratuitamente attraverso questo canale. A causa delle caratteristiche dei luoghi non sempre sarà possibile l’accesso con la carrozzina a tutti gli spazi previsti durante le visite. Si prega quindi, dopo aver prenotato, di inviare una email all’indirizzo francescamanni@elastica.eu per verificare l’effettiva fattibilità del percorso.

A Santa Maria Nuova con Leonardo

In occasione della nuova edizione del festival "Firenze dei bambini" l’Ospedale di Santa Maria Nuova apre le sue porte alle famiglie sabato 13 aprile per 2 visite speciali (ore 10.30 e ore 15.30) appositamente pensate per bambini e  genitori. Le visite prevedono percorsi guidati personalizzati al percorso museale dell’Ospedale, con un focus dedicato su Leonardo da Vinci, che sappiamo aver mantenuto numerosi rapporti con l’Ospedale e che a Santa Maria Nuova, dove realizzò alcune delle sue più celebri dissezioni anatomiche.

A cura di Fondazione Santa Maria Nuova Onlus nell’ambito di un progetto di Alternanza Scuola Lavoro con ITT “Marco Polo” di Firenze.

Le visite sono ad ingresso libero e senza prenotazione fino ad esaurimento posti.

Il Cuore di Firenze per gli Innocenti

Misericordia di Firenze, Montedomini, Santa Maria Nuova, Istituto Innocenti: le quattro grandi istituzioni che hanno dato origine al concetto stesso della solidarietà nel mondo uniscono le forze per dare vita al più importante evento di beneficenza dell’anno

“Il Cuore di Firenze” quest’ anno torna con una nuova mission e una nuova location: la serata si svolgerà in piazza Santissima Annunziata il 10 settembre (ore 20.00) e fa parte del programma delle celebrazioni del Seicentenario dell’Istituto degli Innocenti, da sei secoli impegnato in difesa dei diritti di bambini e ragazzi. La cerimonia di inaugurazione delle celebrazioni del Seicentenario dell’Istituto si è svolta l’11 febbraio 2019 alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e lo scorso 24 maggio l’Istituto degli Innocenti è stato accolto in Vaticano da Papa Francesco.

Il ricavato della serata “Il Cuore di Firenze” sarà devoluto a Casa Bambini, una delle tre strutture di accoglienza dell’Istituto che accolgono bambini e madri in stato di difficoltà familiare.
Sarà una serata conviviale, ricca di grandi ospiti e sorprese da scoprire.

E gli ospiti saranno… 600 + 1: quest’anno la cena renderà omaggio al “bambino di nome Franco”, il Maestro Zeffirelli che ha portato il nome di Firenze nel mondo, sotto il segno dell’Arte, della Bellezza e della Cultura, e che sarà ricordato anche per il suo legame con l’Istituto degli Innocenti.
Per prenotare clicca qui

Puoi sostenere il progetto degli Innocenti con una donazione cliccando qui

Anche quest'anno il Cuore di Firenze vi farà divertire con una lotteria e l'estrazione di diversi premi durante la serata. Primo premio in palio: Qooder, il primo e unico veicolo al mondo con quattro ruote basculanti, che combina la stabilità dell'auto al brivido della moto.

Oltre ai numerosi premi, se partecipi all'asta, avrai la possibilità di utilizzare per sei mesi una Volvo XC60 Hybrid di ultima generazione. Lo sviluppo green di una vettura che da sempre rispetta l'ambiente!

La lingua dell’anatomia di Leonardo da Vinci

Penultimo appuntamento del ciclo di incontri primaverili, presso la sala conferenze dell'Ospedale di Santa Maria Nuova venerdì 24 maggio (ore 17.00).

“La lingua dell'anatomia di Leonardo da Vinci"
Relatrice dell'incontro sarà Dott.ssa Rosa Piro, storica della lingua italiana e docente di Lingua e linguistica italiana presso l'Università di Napoli "L'Orientale" e autrice del "Glossario leonardiano". In occasione dell'incontro sarà possibile acquistare il volume che raccoglie oltre 500 termini dell'anatomia vinciana tratti dai fogli della collezione reale di Windsor e contribuisce ad arricchire la consocenza del profilo di Leonardo.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

 

Restaurato il “Crocifisso Giambologna”

Dopo la presentazione di giovedì 27 giugno, torna sull'altare della Chiesa di S. Egidio il Crocifisso in cartapesta attribuito a Giambologna. Presenti all'inaugurazione il Direttore Sanitario dell'AUSL Toscana Centro Dr. Emanuele Gori, della Cons. Titta Meucci su delega dell'Assessore Stefania Saccardi e del Dott. Claudio Paolini (Responsabile area funzionale Educazione e Ricerca – Responsabile storico dell'arte per il quartiere di Santa Croce – SABAP città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato).

In occasione della cerimonia di presentazione del restauro, il Cristo Crocifisso è stato collocato sopra una tavola in legno, davanti l’altare della Chiesa di S.Egidio, per dare la possibilità ai presenti di osservarlo da vicino nei suoi particolari. Solo a fine cerimonia è stato issato nella sua posizione d’origine, alle spalle dell’altare maggiore.

Il complesso lavoro di restauro, durato circa 18 mesi, è stato interamente finanziato dal Rotary Club Firenze Valdisieve, per un importo complessivo di 15.000 euro,  con il quale la fondazione Santa Maria Nuova onlus ha firmato un protocollo d’intesa per fissare i reciproci impegni.

Il restauro condotto abilmente dalla dottoressa Anna Fulimeni ha rilevato un’opera di altissima qualità, quasi completamente dimenticata sia a causa della sua esposizione a notevole altezza, sia per le pesanti ridipinture che avevano stravolto totalmente il modellato di grande raffinatezza esecutiva. Numerosi rilievi effettuati sul Crocifisso di S. Egidio e su quello che il Giambologna aveva realizzato nel 1598 per la propria cappella funeraria in Santissima Annunziata hanno evidenziato come ambedue le opere, una in bronzo l’altra in cartapesta, siano state realizzare dalla stessa forma approntata dal maestro. Non solo, sullo stesso Crocifisso del Sant’Egidio si ritrovano similitudini di forma con altre opere realizzate dal maestro, una conservata nella Chiesa di San Michele a Monaco e l’altra sull’altare della cattedrale di Pisa. Pertanto a seguito di un’attenta analisi si può affermare che l’esecuzione materiale della cartapesta sia attribuita ad uno dei più qualificati collaboratori ed eredi della scuola del Giambologna.

Visita speciale alla Cappella Buontalenti

La Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, in collaborazione con Exclusive Connection, organizza una visita speciale alla Cappella Buontalenti, normalmente esclusa dal percorso museale.

Appuntamento sabato 18 maggio ore 10.00 – 12.00

La cappella, completamente affrescata da Alessandro Allori (1578), conteneva un altare in pietre dure incorniciato dalla riproduzione di un tendaggio dipinto sorretto da angeli, sormontato da un gruppo scultoreo attribuito al Giambologna. Le trasformazioni subite dall’Ospedale nel corso dei secoli avevano snaturato questo capolavoro, che risultava praticamente “invisibile” agli occhi di coloro che ci si trovavano davanti, perché completamente imbiancato e brutalmente diviso in due piani da un pavimento ottocentesco che ne dimezzava l’altezza.

Per effetture la visita è richiesta una donazione minima di 10 euro ed è necessario prenotarsi telefonando al numero 055 2001586 oppure inviando una mail a info@exclusiveconnection.it.

Incontro con il vincitore della seconda edizione del premio Gambaccini

La “Fondazione Santa Maria Nuova Onlus” organizza il prossimo 22 gennaio (ore 14.00 / Ospedale di Santa Maria Nuova / Sala Conferenze p. terra) un incontro rivolto ai medici dell’AUSL Toscana Centro finalizzato a raccontare l'esperienza maturata in occasione del "Premio Piero Gambaccini".

Dal 2016,  la Fondazione sostiene, grazie a questo premio alla memoria del medico Piero Gambaccini, viaggi formativi professionalizzanti, rivolti ai medici dell’Azienda Sanitaria USL Centro. Il progetto nasce con lo scopo di fornire esperienze che possano permettere approfondimenti qualificanti per i medici in essere presso l’Azienda, così da acquisire nuove competenze che possano essere messe a frutto nel lavoro quotidiano in ospedale.

Il giorno 22 gennaio alle ore 14.00, il vincitore della seconda edizione del “Premio Gambaccini”, il Dott. Vieri Vannucchi, presenterà la sua recente viaggio formativo negli USA, ad una platea di medici. Introdurrà l’incontro il Presidente della “Fondazione Santa Maria Nuova Onlus”, Dott. Giancarlo Landini. L’incontro offrirà anche l’occasione per illustrare ai presenti le caratteristiche del “Premio” e l’eventuale partecipazione al bando per la terza edizione, attualmente aperto.
 
Per informazioni sul bando, è possibile contattare gli uffici della Fondazione:
dal lunedì al venerdì (ore 9.30-13.30)
055 6938374 – 339 5921587
Fondazione.santamarianuova@asf.toscana.it

Scopri quanto abbiamo fatto nel 2018

Vogliamo augurarvi buon Natale e buon anno ricordandovi quanto abbiamo realizzato nel corso del 2018.
 
I progetti realizzati quest'anno hanno riguardato:
 
Attività sanitaria
Assegnazione 3° edizione “Premio Piero Gambaccini”
È stata finanziata la seconda edizione del premio annuale alla memoria di Piero Gambaccini. Il Premio prevede il finanziamento di una borsa di studio di 10.000 Euro per progetti formativi rivolti ai medici della “Azienda Sanitaria Toscana Centro”. È in corso e si concluderà nei primi mesi del 2019 il secondo percorso formativo (Seconda Edizione); a dicembre verrà assegnato il premio per la Terza Edizione del Premio.

Patrimonio storico artistico

Restauro crocifisso Chiesa di S. Egidio  (Cartapesta– XVI secolo)
Il crocifisso, conservato fino ad oggi sull’altare della Chiesa di S. Egidio, scarsamente leggibile a causa di una verniciatura scura che ne ha alterato le caratteristiche, è attualmente in restauro e verrà ricollocato all’interno della Chiesa di S. Egidio, al termine dell’intervento di restauro.
Al termine del restauro, sarà possibile confermare l’attribuzione dell’opera a Giambologna, oggi solo ipotizzata  a causa delle condizioni dell’opera.
 
Restauro dipinto Chiesa S. Egidio Felice Ficherelli (Olio su tela – XVIII sec.)
Il dipinto “Madonna che offre il bambino a Sant’Antonio da Padova con i Santi Francesco e Niccolò Vescovo”, realizzato su tela da Felice Ficherelli detto “Il Riposo”, fu commissionato dallo Spedalingo Ludovico Serristori tra il 1654 e il 1657. Il dipinto è  stato restaurato e ricollocato nel corso del 2018 presso il secondo altare della parete di destra della Chiesa di S. Egidio.
 
Restauro Pala d’altare Giovanni Battista Paggi (Olio su tela – XVII sec.)
Il dipinto “La probatica piscina”, realizzato su tela da Giovanni Battista Paggi e attualmente collocato presso la parete destra della Chiesa di S. Egidio, fu eseguito nel 1592 su commissione dello Spedalingo Giovan Battista del Milanese Vescovo dei Marsi.
Il dipinto è  stato restaurato e ricollocato nel corso del 2018 presso il secondo altare della parete di destra della Chiesa di S. Egidio.
 
Manutenzione lunette ingresso Ospedale
Nel corso del 2018 la Fondazione ha provveduto alla revisione tecnica delle pitture del Loggiato dell’Ospedale ai fini di manutenzione. Il lavoro ha previsto il monitoraggio attento e il recupero dei frammenti pittorici distaccati dalle 5 lunette realizzate da Antonio Cercignani (detto “Il Pomarancio”) tra il 1613  e il 1615 dedicate alle “Storie della vita di Cristo” e  l’intervento a  scopo di manutenzione del grande affresco  raffigurante l’”Annunciazione” collocato all’ingresso dell’Ospedale.

Perfezionamento  allestimento percorso museale Illuminazione vetrine ingresso
La fondazione ha sostenuto  l’intervento di valorizzazione delle vetrine contenenti paramenti sacri e oggetti di uso liturgico collocate all’ingresso dell’Ospedale. L’intervento ha previsto la dotazione delle vetrine  di illuminazione interna a luce fredda e con timer di regolazione, così da limitare l’esposizione dei tessuti ad eccessivo irraggiamento luminoso.
 
Perfezionamento allestimento percorso museale con inserimento mappe antiche
La Fondazione ha curato l’implementazione del percorso museale dell’Ospedale attraverso l’inserimento di 3 antiche mappe (sec. XIX – XX) illustranti l’antica planimetria delle struttura Ospedaliera. Le mappe sono state collocate all’interno del “Ballatoio” all’ingresso dell’Ospedale.
 
Visite percorso museale “Ospedale di Santa Maria Nuova”
Tra le attività più importanti della Fondazione, c’è il percorso museale dell’Ospedale di santa Maria Nuova. La Fondazione gestisce un percorso guidato al patrimonio museale dell’Ospedale, che negli ultimi due anni, ha accompagnato alla scoperta dei tesori di Santa Maria Nuova circa 5000 persone.
 
Visite guidate al percorso museale rivolte a pazienti, ex pazienti, dipendenti ed ex dipendenti
Dopo l’inaugurazione nel 2016 con  di “progetto pilota” rivolto ai degenti per permettere loro la visita al percorso museale dell’Ospedale, quest’anno l’attività è proseguita con l’offerta di far visitare il percorso museale di Santa Maria Nuova a tutti i pazienti, gli ex pazienti, i dipendenti e gli ex dipendenti dell’Ospedale. Il progetto, inizialmente rivolto ai pazienti in dialisi e ampliato anche alla chirurgia bariatrica (grandi obesi) permettere l’osservazione del luogo di cura da una prospettiva diversa da quella di paziente e di fruitore dell’Ospedale.

Calendario incontri ed concerti

“Leonardo a Santa Maria Nuova”
Sul finire del 2017 la “Fondazione” ha organizzato una giornata di contributi dedicati a Leonardo Da Vinci e ai suoi rapporti con l’Ospedale di Santa Maria Nuova. La giornata ha avuto come protagonisti alcuni importanti studiosi del genio di Leonardo. Al termine della conferenza è stata inaugurata, presso l’Ospedale (“Chiostro delle Ossa”) una targa in marmo dedicata a Leonardo e alla sua attività di dissettore anatomico.

“Passeggiate musicali”
In collaborazione con il “Conservatorio Luigi Cherubini” di Firenze, anche quest’anno, sono stati organizzati una serie di concerti di musica classica e contemporanea, a cura degli allievi del Conservatorio. I concerti sono stati ospitati all’interno di due degli ambienti del percorso museale dell’Ospedale – il “Salone Martino V” e il “Chiostro delle Ossa” – e sono stati proposti in abbinamento ad  una “passeggiata guidata”  attraverso gli antichi chiostri di Santa Maria Nuova.
 
“L’eredità delle donne”
La Fondazione è entrata a far parte del programma di eventi organizzati all’interno della rassegna curata da Serena Dandini e dedicata a far conoscere il patrimonio storico artistico e culturale fiorentino dal punto di vista femminile. La Fondazione ha organizzato visite guidate tematiche, animate da un’attrice in vesti d’epoca, ispirate alla figura di Monna Tessa e altrettante visite “drammatizzate” grazie al contributo di Anna Meacci e  Donatella Lippi ispirate a due grandi figure femminili: Ernestina Paper e Maria Petroncini.
 
“I protagonisti della medicina e della chirurgia a Santa Maria Nuova”
La Fondazione ha organizzato una serie di conferenze finalizzate a divulgare alcuni aspetti della storia dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, con l’obiettivo di aprire sempre di più le porte di questa istituzione al pubblico. Tra queste, un ciclo di lezioni dedicate ai grandi medici e chirurghi che hanno prestato la loro opera all’Ospedale nel corso dei secoli (c/o L’Accademia di Scienze e Lettere “La Colombaria”) ed un ciclo di incontri dedicati ai personaggi che hanno legato vita e attività all’Ospedale.
 
“Argomenti di Storia della Sanità fiorentina”
La Fondazione, in collaborazione con Regione Toscana, AUSL Toscana Centro e  AOU Careggi e con il supporto della Soprintendenza di Firenze, ha organizzato un importante ciclo di conferenze volte a far conoscere e approfondire la storia della sanità fiorentina a partire dalla struttura che meglio l’ha rappresentata nel corso dei secoli: l’Ospedale di Santa Maria Nuova. Il ciclo di 5 incontri è in corso di svolgimento presso l’Auditorium della Fondazione CR Firenze.

In poco più di tre anni di vita molto abbiamo fatto e moltissimo resta ancora da fare!
 
Se desideri sostenerci puoi farlo:
  • attraverso bonifico bancario intestato a Fondazione Santa Maria Nuova O.N.L.U.S
    Banca Prossima IBAN IT80 F033 5901 6001 0000 0136 438
    Chianti Banca IBAN IT80 W086 7302 8030 3300 0334 631
  • attraverso versamento su Bollettino Postale intestato a Fondazione Santa Maria Onlus – C/C 1027340833
  • attraverso versamento in contanti contattando l’ufficio della Fondazione previo appuntamento (055 6938374 – dal lunedì al venerdì ore 9.30-13.30)
 
Buon Natale e Felice 2019

Sabati in musica

Con l'edizione del 2019 si riaprono al pubblico le porte dei luoghi insoliti con un programma di sei appuntamenti, al sabato, che consentiranno di scoprire alcuni degli edifici storici che arricchiscono il vasto patrimonio architettonico e culturale della regione.

Sabato 30 marzo sarà la volta dell'Ospedale di Santa Maria Nuova con due visite al percorso museale (ore 9.30) per poi passare al concerto (ore 11.00) con il quartetto Shaborùz nel Salone Martino V. Un'occasione unica per ascoltare musica classica dal vivo e allo stesso tempo visitare l'ospedale più antico al mondo in attività.

Il Quartetto Shaborùz, formatosi nel 2017 presso la Scuola di Musica di Fiesole, è composto da Angela Tempestini e Lorenzo Salvatori al violino, Caterina Bernocco alla viola e Sarvin Asa al violoncello, sotto la guida di Edoardo Rosadini. Nell’aprile 2018 ha vinto la borsa di studio come miglior quartetto della Scuola di Musica di Fiesole. Ha rappresentato la Scuola alla celebrazione dei 10 anni del Corriere Fiorentino e al primo Concerto al Tramonto dell’Estate Fiesolana 2018 presso il Teatro Romano di Fiesole. In settembre ha suonato per il Premio Cittadino Europeo a Villa Salviati ed in novembre ha partecipato ad una trasferta della Scuola in Spagna, seguendo una masterclass e tenendo un concerto a Siviglia. Nel mese di dicembre ha suonato a Pontassieve per la manifestazione Strings City.

Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti. Per prenotazioni e informazioni telefonare a 055 4385616 oppure inviare una mail a luoghi.insoliti@regione.toscana.it.

Programma "Sabati in musica"

Natale al Museo 2022

Sabato 17 dicembre torna l’appuntamento "Natale al Museo", giornata di apertura straordinaria con visite guidate alle Stanze degli Avi presso la Direzione Generale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova.
 
Un’occasione imperdibile per ammirare alcuni dei capolavori del patrimonio storico-artistico dell’ospedale abitualmente preclusi ai visitatori, tra cui la celebre Crocifissione di Andrea del Castagno, l'affresco originale della Consacrazione della Chiesa di Sant’Egidio di Bicci di Lorenzo e una splendida Madonna col Bambino in terracotta invetriata, opera di Andrea della Robbia. Oltre alle Sale private, sarà possibile visitare il Salone Martino V e il Matroneo della Chiesa di S. Egidio, suggestivo corridoio sopraelevato dedicato alle suore Oblate.

L'iniziativa è organizzata dalla Fondazione Santa Maria Nuova  con la preziosa collaborazione degli studenti dell'Istituto I.P.S.S.E.O.A. Buontalenti di Firenze e le visite guidate saranno a cura dei volontari dell'associazione Amici Fondazione Santa Maria Nuova Onlus.

La giornata di “porte aperte” si svolgerà con turni di visita alle ore 10.00, alle ore 11.00 e alle ore 12.00 e, nel pomeriggio, alle ore 15.00 e alle ore 16.00

L’iniziativa sostiene la Fondazione nella sua attività di promozione, tutela e valorizzazione del patrimonio storico artistico dell’azienda sanitaria: questo appuntamento aiuta a sostenere il difficile lavoro di restauro e ripristino di opere e ambienti, oltre che a supportare le attività ospedaliere. L’esistenza di un percorso museale visitabile all’interno di un ospedale ancora in funzione rendono Santa Maria Nuova un esempio unico al mondo.
 

Per partecipare è necessaria la prenotazione ed è richiesta una donazione libera. Per accedere è obbligatorio indossare mascherina FFP2 ed esibire il Green Pass.
Chiusura prenotazioni: venerdì 16 dicembre entro le 14.30

Per informazioni e prenotazioni: 055 6938374 / 055 6938688 – info@fondazionesantamarianuova.it

Il Cuore di Firenze

Grazie al "Charity Dinner" dello scorso 10 settembre "Il Cuore di Firenze" è riuscito ad acquistare 46 defribillatori da donare alle scuole fiorentine, ma l'obiettivo di 100 defibrillatori è ancora da raggiungere.

Per sostenere il progetto è stata promossa una lotteria, con estrazione il 20 Febbraio 2019, i biglietti sono ancora disponibili e acquistabili a 5 euro presso il bookshop della Fondazione di Santa Maria Nuova. In palio una Volvo XC40 grazie alla collaborazione della concessionaria Peragnoli-Scar. Sarà possibile vederla a novembre presso la Coop di Ponte a Greve:

  • Martedì, 6 Novembre, 9.30 – 13.00
  • Mercoledì, 7 Novembre, 9.30 – 13.00
  • Giovedì, 8 Novembre, 15.00 – 18.00
  • Venerdì, 9 Novembre, 15.00 – 18.30
  • Sabato, 10 Novembre, 9.30 – 13.00 e 15.00 – 20.30
Per maggiori informazioni è possibile contattare via email "Il Cuore di Firenze" a: segreteria@ilcuoredifirenze.org, oppure telefonando al numero 055 2393906.

Parallelamente al progetto saranno avviati dei corsi di formazione per l’uso dei defibrillatori affinché le persone abilitate possano intervenire in caso di bisogno, salvando la vita del prossimo. 
L’intento è di coinvolgere i giovani e di diffondere nelle nuove generazioni quel sentimento di solidarietà che proprio in piazza del Duomo affonda da secoli le proprie radici.

I martedì de “La Colombaria”

Anche quest'anno torna il ciclo di incontri dedicato alla storia dell’Ospedale ospitato presso l’Accademia di Scienza e Lettere “La Colombaria” e l'Ospedale di Santa Maria Nuova con 6 nuovi appuntamenti. Un fruttuoso "gemellaggio” che nasce nel 2016, portando presso la storica accademia storie e personaggi che hanno fatto grande la storia medica e chirurgica della gloriosa Scuola Medica dell’Ospedale.

Primo appuntamento martedì 2 ottobre (ore 17.00), presso la sala conferenze dell'Accademia "La Colombaria", con "Il fondo librario dell’antica Biblioteca dell’Ospedale di Santa Maria Nuova". 
Relatrice: Laura Vannucci (Direttrice Biblioteca Biomedica – Università degli Studi di Firenze).
Moderatore: Dott. Giancarlo Landini (Presidente Fondazione Santa Maria Nuova Onlus).

Secondo appuntamento martedì 9 ottobre (ore 17.00), presso la sala conferenze dell'Accademia "La Colombaria", con “Per un censimento degli ospedali medievali in Toscana. Prime considerazioni.
Relatore: Aldo Favini (studioso storia medievale).
Moderatore: Prof. Sandro Rogari (Pres. Accademia Toscana di scienze e lettere La Colombaria).

Per martedì 16 ottobre (ore 17.00), presso la sala conferenze dell'Accademia "La Colombaria", tratteremo della storia della Spezieria di Santa Maria Nuova, una tra le più antiche farmacie ospedaliere della Toscana.
Relatrice: Irene Ruffino (responsabile Laboratorio Galenico di Santa Maria Nuova).
Moderatore: Dott. Giancarlo Landini (Presidente Fondazione Santa Maria Nuova Onlus).

Appuntamento per martedì 23 ottobre (ore 17.00), presso la sala conferenze dell'Accademia "La Colombaria", con "La Scuola medico-chirurgica di Santa Maria Nuova: nuovi riscontri documentali e duplicità della funzione formativa (XVI-XVIII secolo)".
Relatore: Francesco Baldanzi (studioso in scienze storiche).
Moderatore: Prof. Sandro Rogari (Pres. Accademia Toscana di scienze e lettere La Colombaria).

Per martedì 30 ottobre (ore 17.00) la conferenza si svolgerà presso la sala conferenze dell'Ospedale di Santa Maria Nuova con "L'araldica della sanità: i segni degli enti assistenziali a Firenze e nella Toscana preunitaria". Seguirà l’incontro una visita alla scoperta degli stemmi dell’Ospedale di Santa Maria Nuova.
Relatori: Alessandro Savorelli (ricercatore presso la Scuola Normale Superiore di Pisa) e Vieri Favini (Studioso di araldica e sigillografia).
Moderatore: Prof. Sandro Rogari (Pres. Accademia Toscana di scienze e lettere La Colombaria).

Ultimo appuntamento per martedì 6 novembre (ore 17.00), di nuovo presso la sala conferenze dell'Ospedale di Santa Maria Nuova, con "Gli statuti dell'ospedale di Santa Maria Nuova e il Savoy Hospital di Londra. Un modello per il Rinascimento".
Relatrice: Manila Soffici (studiosa storia medievale).
Moderatore: Dott. Giancarlo Landini (Presidente Fondazione Santa Maria Nuova Onlus).

Scarica la locandina

L’Eredità delle Donne

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio – 21, 22, 23 settembre 2018 – Firenze celebra i talenti delle donne con l'iniziativa L’Eredità delle Donne che racconta le donne di valore che con le loro attività di scrittrici, scienziate, artiste, attrici, filosofe e pensatrici hanno contribuito a rendere grande e unico il patrimonio culturale della città e dell'intero Paese.

Anche la Fondazione Santa Maria Nuova partecipa al festival proponendo per il 22 settembre una visita gratuita dedicata a Monna Tessa, la fondatrice delle “Oblate ospitaliere”, le prime “infermiere” dell’Ospedale di Santa Maria Nuova”. Il percorso guidato partirà dall'ingresso del “Chiostro delle Ossa”, dove una lapide dedicata a Monna Tessa ricorda la data di fondazione di questo antichissimo “spedale”: il 23 giugno 1288. Si proseguirà con il raccontare i “percorsi segreti” frequentati dalle Oblate: il “Matroneo” della Chiesa di S. Egidio, affaccio privilegiato utilizzato per seguire la Messa senza essere viste e il passaggio sotterraneo percorso per raggiungere l’Ospedale dal loro Convento, situato dal lato opposto della piazza. Attraverseremo, infine, la Piazza di Santa Maria Nuova per raggiungere l’ex Convento delle Oblate e l’antica Corsia femminile di Santa Maria Nuova, oggi sede dell’Archivio Notarile, dove le Oblate prestavano cure e assistenza alle donne ricoverate presso l’Ospedale. L'inizitiva è organizzata in collaborazione con l'Associazione "Centro Studio e Sperimentazione delle Arti Teatrali di Firenze".
Turni per le visite: ore 10.00 – 11.15 e ore 11.30 – 12.45

Nel pomeriggio, insieme a Donatella Lippi (Professoressa di Storia della Medicina) e Anna Meacci (attrice di teatro, cinema e tv), ci soffermeremo su altre due icone della medicina fiorentina: Maria Petroncini Ferretti, prima donna matricolata in Chirurgia a Firenze nel 1788 e Ernestina Paper, prima laureata in Medicina a Firenze dopo l’Unità nel 1877. Con Monna Tessa hanno vissuto, in momenti diversi, la realtà dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, interpretando in maniera proattiva la medicina, la chirurgia e l’assistenza.
Turni per le visite: ore 15.00 – 16.15 e ore 16.45 – 18.00

Per maggiori informazioni clicca qui